WHO

RISOLUZIONI FOSCAMUN 2015

TEMA A

I qui presenti rappresentanti degli stati membri dell’Organizzazione Nazionale della Salute, tenendo in conto le differenze in termini di necessità e di cultura, credendo che l’eguaglianza di genere debba essere assicurata in tutto il mondo con l’inclusione di un’adeguato sistema sanitario, allarmati dall’assenza di rispetto per i diritti delle donne, consci dei miglioramenti che vanno attuati riguardo a sistemi sanitari, barriere logistiche, discriminazione ed educazione, condanne degli abusi sessuali, violenze e negligenze nell’assistenza sanitaria, desiderosi di diffondere la coscienza pubblica dei rischi legati alla salute mondialmente, durante il FOSCAMUN 2015, dopo aver discusso del problema, sono arrivati alle seguenti risoluzioni:

EDUCAZIONE:
– Di supportare fermamente l’educazione in ogni paese in modo di avere cittadini a conoscenza dell’importanza dell’uguaglianza dei sessi, nutrizione, contraccezione, riproduzione e assistenza sanitaria di base; grazie ai fondi appropriati ricevuti dai paesi che possono provvedere assistenza e alle campagne di volontari.

INFRASTRUTTURE:
– Di provvedere e promuovere l’accesso alle strutture appropriate con la creazione di consultori e ospedali oltre a provvedere assistenza farmaceutica in zone rurali in modo che tutte le donne in ogni paese possano avere accesso non solo ad un sistema sanitario appropriata, ma anche all’educazione.

INFORMAZIONE:
– Di enfatizzare l’uso dei media e di ogni risorsa accessibili per rendere entrambi i sessi coscienti del rispetto dei diritti umani e della parità dei sessi.

RACCOLTA DATI:
– Di rafforzare i sistemi di monitoraggio e valutazione in modo da seguire i progressi fatti riguardo alla salute delle donne.

AIUTI:
– Di provvedere assistenza finanziaria in modo da creare centri sanitari globalmente che siano in condizione di assistere le donne e provvedere loro l’assistenza necessaria durante tutta la loro vita, in particolare durante il periodo di gravidanza.
– Di promuovere e finanziare associazioni no-profit che mandino volontari in modo da migliorare le condizioni di salute delle donne in paesi bisognosi.

LAVORO:
Di assicurare che le misure necessarie siano prese dai governi per:
– Assicurare che le stesse opportunità siano offerte alle donne stabilendo un numero minimo di lavoratrici donne;
– Assicurare che una donna non perderà il lavoro a causa della gravidanza;
– Assicurare che le donne siano pagate giustamente;
– Assicurare che ogni donna si senta al sicuro nel suo ambiente.

POLITICHE:
– Assicurare che la stessa autorità sia assicurata alle donne nelle decisioni politiche;
– Creare istituzioni dove le donne possano esprimere la propria voce e siano incoraggiate ad esprimere le loro preoccupazioni.

SPONSOR:
Repubblica Democratica del Congo, Regno Unito, Stati Uniti d’America.

SIGNATORIES:
Brasile, Egitto, Francia, Germania, Kenya, Malesia, Qatar, Senegal, Sierra Leone, Sud Africa, Spagna, Thailandia, Emirati Uniti Arabi.

TEMA B

I qui presenti rappresentanti degli stati membri dell’Organizzazione Nazionale della Salute, tenendo in conto le differenze in termini di necessità credendo che ogni paese debba essere provvisto delle strutture adatte a fronteggiare un’epidemia, sottolineando l’importanza di migliorare il tenore di vita in tutto il mondo, allarmati dalla mancanza di posti di lavoro in stati in via di sviluppo il che influisce direttamente sul tenore di vita, condannando i modi di fare irresponsabili per quanto riguarda la salute, durante il FOSCAMUN 2015, dopo aver discusso del problema, sono arrivati alle seguenti risoluzioni:

A) Stabilire misure più strette per i viaggiatori e i lavoratori nel reparto della sanità;
B) Incrementare i controlli alla frontiera fra i vari paesi, specialmente durante le epidemie;
C) Promuovere vaccini in giovane età e campagne antivirali;
D) Migliorare l’accesso globale alle contromisure medicinali e non medicinal [per esempio cibo, acqua, vestiti, reti per insetti e altro equipaggiamento specifico] durante le crisi sanitarie, stanziando fondi internazionali;
E) Diffondere informazione su come vengono contratte le malattie virali emergenti e come prevenirle, con campagne pubblicitarie, educazione sessuale a scuola, e consultori in aree rurali;
F) Implementare esami medici di routine compiuti dal governo;
G) Promuovere gli investimenti governativi verso i sistemi sanitari;
H) Sviluppare e rafforzare laboratori ed altri siti di ricerca;
I) Implementare una procedura sanitaria internazionale che tutti gli stati possano seguire;
J) Provvedere le strutture in modo che i paesi possano avere una risposta immediata ed efficace contro le epidemie (orfanotrofi, centri di assistenza contro l’HIV);
K) Abbassare i costi dei medicinali riducendo le tasse alle imprese farmaceutiche;
L) In modo da garantire misure di igiene ovunque, assicurando la sicurezza idrica mondialmente grazie alla diffusione di informazioni su come accedere ad acqua pulita, grazie ai media ed alle campagne pubblicitarie;
M) Promuovere gli investimenti nelle infrastrutture che possono assicurare la sicurezza idrica mondialmente;
N) Controllare ed isolare, quando possibile, gli animali che trasmettono malattie e promuovere l’utilizzo delle sue contromisure;
O) Creare una associazione globale che permetta ai paesi di condividere i loro dubbi e le loro conoscenze sul tema trattato in modo da realmente capire quali sono i suoi obbiettivi;
P) Creare una associazione finanziaria che permetta ad ogni stato di avere i fondi necessari per raggiungere i suddetti obbiettivi.